Liberazione Emozionale

Camminare verticalmente con la tecnica di Liberazione Emozionale

La tecnica di libertà emotiva non ha la facoltà di diagnosticare, prescrivere o trattare alcuna malattia sica o mentale; essa non va considerata come un metodo sostitutivo alle normali cure mediche o psichiatriche che non vanno assolutamente sospese senza l’autorizzazione del medico curante.

Il Metodo di Liberazione Emozionale è una tecnica di guarigione emotiva che sostiene che la causa di tutte le emozioni negative e la loro somatizzazione sica è causata da una interruzione del sistema energetico del corpo che risiede tra il ricordo doloroso e l’emozione negativa che si è generata.

La sua pratica consiste in un picchettamento con la punta delle dita sui vari punti del corpo che va a stimolare e bilanciare i meridiani di energia che si sono interrotti.

Ricordare Il picchiettare sui punti meridiani invia energia cinetica nel sistema energetico sgombrando i blocchi e permettendo all’energia di uire di nuovo liberamente.

Tale pratica è una tecnica di guarigione emotiva che allevia molti sintomi sici legati a problemi emotivi o psicologici; essa combina gli eetti sici dei trattamenti dei meridiani con gli eetti mentali di focalizzazione sul dolore o il problema nello stesso tempo.

La validità di un metodo si fonda sul risultato, un metodo quindi non è valido a priori poiché la sua validità è legata all’esito stesso.

La Tecnica di Liberazione Emozionale è un metodo con capacità risolutive che non obbliga ad abbandonare qualsiasi altra pratica quanto piuttosto a lavorare parallelamente con le
altre realtà metodologiche per creare vera sinergia curativa.

Il Cammino Verticale quale mutamento radicale dell’essere e come presa consapevolezza del Potere dell’Adesso è un percorso simmetrico capace di sostenere il percorso di Liberazione Emozionale; Il Cammino Verticale associato ad un percorso spirituale per quanto consigliato non è tassativamente necessario ma consigliato.

Un articolo del Personal Trainer FITMEPLUS Massimo Mannarelli

Image by Denise Husted from Pixabay

Don’t Stop Here

More To Explore

Come cambia il corpo dopo il parto

È usanza comune delle frequentatrici di palestre non allenare la parte superiore del corpo, o meglio allenare esclusivamente gli addominali, per paura di diventare “grosse”

Dopo il parto subito in forma

Una delle preoccupazioni che ancora oggi toglie il sonno a molte donne è che la gravidanza possa compromettere la forma fisica “dono di natura” oppure

GAG e Pilates

Gag è l’acronimo di gambe, addominali, glutei e molti sono gli esercizi proposti sia dalla ginnastica tradizionale sia da quella più innovativa che hanno come finalità quella di tonificare nello